Il giardino di Lontan Town / Patrizia Rinaldi
0 1
Libri Moderni

RINALDI, Patrizia

Il giardino di Lontan Town / Patrizia Rinaldi

Abstract: Mea è specializzata in comportamenti animali, fantasia, solitudine, giardini e sopravvivenza. Dovrà trasferirsi in una terra lontana. Troverà una zia-renna e molte novità. Cambierà scuola, abitudini, lingua. Non cambierà intelligenze e fantasie: resteranno a volte eccessive, altre necessarie. Imparerà a trovare somiglianze nei cambiamenti, a perdonare le imperfezioni, a innamorarsi. Età di lettura: da 11 anni.


Titolo e contributi: Il giardino di Lontan Town / Patrizia Rinaldi

Pubblicazione: Roma : Lapis, 2015

Descrizione fisica: 293 p. : ill. ; 20 cm

ISBN: 9788878744349

Data:2015

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Nomi:

Soggetti:

Classi: 853 NARRATIVA ITALIANA (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2015
  • Target: elementari, età 6-10

Sono presenti 2 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Desio NR RIN GIA D-115217 Su scaffale Disponibile
Monza Ragazzi J RIN GIA MZ2-353251 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

RECENSIONE DELLA REDAZIONE BBRAGAZZI
Quello che ti rimane negli occhi e nel cuore, dopo aver letto questo libro, sono Mea, la ragazzina protagonista, e i luoghi in cui si svolge la storia, non per loro realistica e dettagliata descrizione, ma perchè anch'essi riflettono il suo modo di percepire il mondo. Mea non è semplice da raccontare: è fragile -piccola, capelli neri, la erre moscia- rintanata in un mondo suo fatto di fantasia, popolato da un amico invisibile -Cooper- con cui parlare e da animali che rappresentano l'umanità con cui vive ed entra in contatto; già, perchè la sua sensibilità la porta a capire le caratteristiche delle persone identificandole con diverse specie animali: ha un fratello-San Bernardo, una mamma-colibrì, una zia-renna... lei fatica a riconoscersi, nell'ultima pagina propende per sentirsi un gatto. Mea d'altro canto è anche un tipo sveglio, intelligente, capace di leggere le situazioni quanto un adulto, sicuramente meglio dei grandi che la circondano. La vicenda inizialmente ci riempe di tristezza: dopo la morte del padre, un'alluvione distrugge la casa e il bazar che consentiva alla madre di sostenere la famiglia. Mamma pensa di rimanere col figlio maggiore per vendere quel che è rimasto della loro proprietà e spedirla da zia Ludovica, che vive a Lontan Town. Mea non vorrebbe lasciare il giardino a cui è tanto afffezionata e si sente allontanata, quasi fosse d'intralcio, esclusa da decisioni che investono anche il suo futuro, inascoltata, invisibile. La città che deve raggiungere è lontana più di mille chilometri, lì si parla inglese e dovrà intraprendere un difficile percorso di adattamento; non sarà facile perchè dovrà fare i conti con una zia-renna con seri problemi economici e di dipendenza dall'alcool, con nuovi compagni che, salvo una rara eccezione, non sono affatto accoglienti e con adulti poco comprensivi e affidabili. Ma la ragazzina ha risorse preziose dentro di sè: fantasia, ironia, spirito di adattamento e capacità di trovare soluzioni e migliorare giorno dopo giorno la sua vita...

"Arriva un momento in cui si deve partire, affrontare un viaggio, cambiare orizzonti, passare dall'infanzia ad una consapevolezza nuova."

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.