3 salici
0 1
Libri Moderni

Brashares, Ann

3 salici

Abstract: In tondo alla Collina di Pony c'è un bosco. Nel bosco ci sono tre salici. Quando Polly, Ama e Jo li hanno piantati, tanti anni fa, erano alberi fragili, di cui si prendevano cura insieme. Ma ormai sono solo un ricordo, un po' come la loro amicizia, forse. Ognuna ha altro per la testa: altri desideri, altri luoghi da esplorare, altre ambizioni. E finita la scuola, L'anno prossimo andranno alle superiori, e in quest'estate importante scopriranno se davvero il legame che le univa si è allentato per sempre o se qualcosa è rimasto, qualcosa che ha radici profonde come quelle di un albero e foglie e fiori sempre nuovi. Età di lettura: da 14 anni.


Titolo e contributi: 3 salici / Ann Brashares

Pubblicazione: Milano : BUR Rizzoli ragazzi, 2011

Descrizione fisica: 298 p. ; 20 cm

Serie: BUR. Ragazzi ; 43

ISBN: 9788817050029

Data:2011

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nota:
  • Traduzione di: 3 willows

Nomi:

Soggetti:

Classi: 813 NARRATIVA AMERICANA IN LINGUA INGLESE (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2011
  • Target: ragazzi, età 11-15

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Monza Cederna R BRA TRE MZ4-366068 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Recensione della redazione BBRagazzi
“Lui continuava a tenerle la mano come se fosse fiero di averla conquistata, e lei era felice di donargliela. Si dimenticò perfino di esserne la legittima proprietaria.”

“Forse la scioltezza era una delle tante cose che Ama non poteva permettersi, come le caramelle che vendevano al cinema e i jeans Seven.”

“Si guardò allo specchio e la sua immagine riflessa le restituì lo sguardo. Era strano pensare che la persona che vedeva era la persona che era. Non si sentiva esattamente quella persona.”

“A volte essere amica di Polly era come essere amica della se stessa di qualche tempo prima, come se sapesse cosa stava per succedere e che non sarebbe andata bene. Jo voleva continuare ad andare avanti e invece Polly la tirava sempre indietro.”

“Polly annuì, ma non era sicura che volesse essere una ragazza “come noi“.”

“E’ vero, la dieta di Polly stava funzionando piuttosto bene, ma Polly iniziava a chiedersi se si potevano mai perdere quelle parti di noi stessi di cui ci si voleva liberare.”

“Voleva che la tristezza facesse un passo indietro anche in avanti, per ricordarsela o posticiparla, ma era qui e adesso. Com’era deprimente essersi abbassata a quel punto. Com’era triste da parte sua cercare di trovare la felicità in così poco.”

“Ama e Jo la conoscevano meglio di quanto non si conoscesse lei stessa e la aiutavano a conoscersi. Sapevano chi era, e la aiutavano a rimanere tale e quale. Senza di loro si sentiva come se fosse andata alla deriva e avesse perso i suoi contorni.”

“Aveva quasi la sensazione di aver vissuto in un tunnel, che giorno dopo giorno aveva visto diventare più buio e più stretto. E adesso d’improvviso il tunnel si era aperto e il mondo era tutto attorno, grande com’era sempre stato. E lei ne faceva parte. Era il momento di chiedersi: cosa ho fatto lì dentro per così tanto tempo? Era il momento di chiedersi: quanto mi sono sentita sola?”

Ama, Polly e Jo: amiche indivisibili dalla terza elementare. Ma adesso che stanno crescendo, la loro amicizia resisterà?

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.