Includi: tutti i seguenti filtri
× Autore fedor
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi DI PAOLA, Costantino
× Materiale A stampa

Trovati 21 documenti.

Stalingrad [DVD] / un film di Fedor Bondarchuk
0 0
Videoregistrazioni: DVD

BONDARCHUK, Fedor

Stalingrad [DVD] / un film di Fedor Bondarchuk

[S.l.] : Sony Pictures Home Entertainment, 2014

Abstract: Seconda Guerra Mondiale. Stalingrado. Un piccolo gruppo di soldati russi combatte strenuamente per non perdere - in una città già devastata dai nazisti - il controllo di un edificio di enorme importanza strategica. Lì, il loro destino si intreccerà con quello di una donna che vive proprio in quel palazzo.

Memorie da una casa di morti e memorie  dal sottosuolo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor

Memorie da una casa di morti e memorie dal sottosuolo

Bompiani, 23/05/2012

Abstract: Memorie da una casa di morti è un romanzo di Dostoevskij scritto dopo aver scontato la pena in Siberia e pubblicato tra il 1861 e il 1862. L'opera è in parte autobiografica e in parte ispirata a situazioni che l'autore ebbe modo di osservare in prima persona. Venne scritta in forma di diario, di cui l'autore, nella prefazione, attribuisce la paternità a un recluso immaginario che avrebbe ucciso la moglie in seguito a un impeto d'odio. Dostoevskij, invece, fu arrestato per motivi politici. Le Memorie dal sottosuolo è un romanzo del 1864 diviso in due parti: la prima è intitolata Il sottosuolo, la seconda A proposito della neve bagnata. Il sottosuolo è un monologo di critica sociale, in cui sono posti alla berlina gli ideali ottimistici della filosofia positivista; A proposito della neve bagnata è un racconto in prima persona nel quale l'autore del precedente monologo confessa sordide azioni compiute nella sua vita, a dimostrazione di come persone "istruite" e "a modo" possano essere rofondamente abiette. Le due opere hanno in comune l'idea del "sottosuolo" inteso sia nel senso reale che in quello spirituale, ma anche le ragioni profonde del primo Dostoevskij che si pone domande fondamentali, le medesime che poi saranno sviluppate nel più grande dei suoi romanzi I Fratelli Karamazov. Due romanzi diversi nella forma e uguali nelle ragioni profonde; due opere che si uniscono in tutte le prospettive di Dostoevskij.

Il giocatore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor

Il giocatore

Giunti, 20/07/2010

Abstract: La passione febbrile per il gioco distrugge gli animi e aliena le menti in questo inferno chiuso e allucinato che riflette la dipendenza dello stesso Dostoevskij dal demone della roulette. Carico di tensione dalla prima all'ultima riga, rigoroso e implacabile nell'analisi psicologica dei posseduti, questo racconto lungo rimane uno dei testi più rappresentativi della letteratura maledetta.

L'eterno marito
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor

L'eterno marito

Giunti, 11/05/2010

Abstract: In una Pietroburgo estiva le cui interminabili notti bianche sembrano favorire ogni sorta di allucinazioni e incubi, Vel'čaninov, scapolo quarantenne ozioso e gaudente, viene prima seguito e poi avvicinato da Trusozkij, funzionario di provincia della cui moglie, ora defunta, era stato amante nove anni prima. Tra i due uomini, legati da un rapporto di attrazione-repulsione, inizia un bizzarro gioco gatto-topo in cui le parti si scambiano continuamente e che li vedrà, dopo una serie di vicende ora tragiche ora grottesche culminate nel fallito tentativo di Trusozkij di uccidere Vel'čaninov, ritrovarsi casualmente due anni dopo, ciascuno nel suo ruolo di sempre, l'eterno marito e l'eterno amante.

Il giocatore. Ediz. integrale
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor

Il giocatore. Ediz. integrale

Giunti, 27/04/2016

Abstract: In una cittadina termale tedesca famosa per il suo casinò, il giovane precettore Aleksej Ivanovič viene posseduto dal demone della roulette. Una passione febbrile che distrugge gli animi e le menti in un inferno chiuso e allucinato, riflesso speculare della dipendenza di Dostoevskij stesso dal demone del gioco. Carico di tensione e implacabile nell'analisi psicologica dei posseduti, questo racconto lungo rimane uno dei testi più rappresentativi della letteratura maledetta.

Le notti bianche
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor

Le notti bianche

Giunti, 06/06/2018

Abstract: Un giovane uomo, di cui non conosciamo il nome, vive isolato e non ha amicizie. Durante una passeggiata notturna sul lungofiume incontra Nesten'ka, una ragazza di diciassette anni. L'uomo è un sognatore, un solitario, distaccato dal mondo il cui vive, e questo incontro fa nascere in lui per la prima volta un sentimento reale. Le notti bianche di San Pietroburgo, in cui la luce non sembra mai tramontare, fanno da sfondo alla loro sofferta storia d'amore, un breve risveglio nel vuoto di un esistenza non vissuta.

Le notti bianche. Testo russo a fronte
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor - Gigante, Giulia

Le notti bianche. Testo russo a fronte

Einaudi, 02/07/2013

Abstract: Il sognatore delle Notti bianche è "una natura particolare", un idealista che passa come un'ombra ai margini della realtà, lontano dalla grettezza del mondo. Perso negli ideali di una fervida immaginazione e immerso in uno sciame di fantasticherie, il giovane vagabonda nelle evanescenti notti pietroburghesi in penosa solitudine. Un isolamento che sarà dissipato solo dall'incontro con un'altra insonne, notturna creatura che gli regalerà il sogno di un'avventura meravigliosa.

Il giocatore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor - Del Re, Bruno

Il giocatore

Einaudi, 10/02/2015

Abstract: Divorato da un'insana passione per l'ambigua Polina che sembra non ricambiarlo, il giovane Aleksej si lascia sedurre dal demone del gioco, che lo trascina fatalmente verso una progressiva e inesorabile discesa agli inferi. Per ritrovarsi prigioniero di un mondo oscuro eppure pieno di luci che affascinano e illudono. Un mondo in cui, svanita l'ipocrisia, si rivela tutta la casualità della vita, dove il confine tra fallimento e trionfo lo stabilisce il rimbalzare di una pallina bianca e non c'è spazio per nessuna morale. Una vicenda "scherzosa", come scrive Ginzburg, in cui alla fine non c'è redenzione, ma solo la consapevolezza disillusa e divertita di chi ha accettato le regole del gioco.

Belye noci  [Audioregistrazione] / Fëdor Mihajlovic Dostoevskij
0 0
Disco (CD)

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Belye noci [Audioregistrazione] / Fëdor Mihajlovic Dostoevskij

Rovereto : ABC, 2009

Audiobook <ABC>

Il giocatore [Audioregistrazione] / Fëdor Mihajlovic Dostoevskij ; lettura di Luigi Marangoni
0 0
Disco (CD)

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Il giocatore [Audioregistrazione] / Fëdor Mihajlovic Dostoevskij ; lettura di Luigi Marangoni

Zovencedo : Il Narratore audiolibri, 2008

Letteratura ad alta voce

Abstract: Pressato dagli editori, Fëdor Dostoevskij scrisse Il giocatore in poche settimane per necessità: doveva pagare dei debiti di gioco; eppure questo romanzo è diventato un capolavoro e un punto di riferimento (ed uno dei testi più brillanti) della narrativa russa dell'Ottocento. Il giovane precettore Aleksej Ivànovic è al seguito di una stravagante famiglia russa in vacanza nella città termale tedesca di Roulettenburg, il cui casinò attira molti turisti. Mentre lo stesso Aleksej racconta come viene posseduto dal demone del gioco d'azzardo, attorno a lui si svolgono le vicende di un gruppo di personaggi alquanto pittoreschi: un vecchio generale russo, follemente innamorato di una giovane francese dal passato turbolento, e la sua sdegnosa figliastra Polina; un ricco inglese, onesto e timido, e uno spregiudicato marchese francese; e infine un'energica baboulinka (nonnina) russa. La vicenda viene raccontata dal protagonista come se fosse una confidenza fatta ad un gruppo di amici intimi, e la narrazione procede con un ritmo incalzante scandito da indizi, dubbi, supposizioni e interpretazioni che creano un atmosfera di suspense che solo nel finale trova soluzione. La lettura, intima e confidenziale, è dell'attore Luigi Marangoni.

Notti Bianche [Audioregistrazione] / di Fedor Dostoevskij ; Fabrizio Bentivoglio legge
0 0
Disco (CD)

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Notti Bianche [Audioregistrazione] / di Fedor Dostoevskij ; Fabrizio Bentivoglio legge

Versione integrale

Roma : Emons, 2014

Emons Audiolibri. Gold

Abstract: Nell'incanto evanescente delle notti pietroburghesi, un giovane vagabondeggia in solitudine. L'incontro con una donna che piange una delusione d'amore, appoggiata al parapetto di un ponte, gli regalerà il sogno di un'avventura meravigliosa.

Notti bianche
0 0
Disco (CD)

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Notti bianche / Fëdor Dostoevskij ; letto da Fabrizio Bentivoglio

[Roma] : La Repubblica - L'Espresso, 2017

Audiolibri ; 15

Delitto e castigo [DVD] / da Fedor Dostoevskij ; versione, riduzione teatrale e regia di Glauco Mauri ; [interpreti] Glauco Mauri, Roberto Sturno ... [et al.] ; musica Arturo Annecchino
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Delitto e castigo [DVD] / da Fedor Dostoevskij ; versione, riduzione teatrale e regia di Glauco Mauri ; [interpreti] Glauco Mauri, Roberto Sturno ... [et al.] ; musica Arturo Annecchino

[S.l.] : Multivision, 2007

Chi è di scena? <Multivision>

Delitto e castigo
0 0
Disco (CD)

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovič

Delitto e castigo / Fëdor M. Dostoevskij ; lettura interpretata da Claudio Carini

Ed. integrale

[S.l.] : Recitar leggendo, 2018

Abstract: Il giovane Raskòlnikov, abbandonati gli studi, decide di uccidere una vecchia usuraia per dimostrare a sé stesso di essere un uomo "eccezionale", al di là del bene e del male. Rimasto travolto dal proprio atto e tormentato dalla coscienza del fallimento, si consegna spontaneamente alla giustizia, cedendo a quella stessa norma che credeva di poter travalicare. Colpa, condanna ed espiazione: questi i capisaldi di "Delitto e castigo", capolavoro della letteratura ottocentesca, romanzo "poliziesco" concepito da Dostoevskij per "scavare a fondo tutti i problemi" dell'animo umano.

Così bella così dolce
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Così bella così dolce / un film di Robert Bresson ; [con] Dominique Sanda, Guy Frangin, Jeanne Lobre

Usmate Velate : A&R Productions, 2020

Cinema & cultura

Abstract: Accanto al corpo delle giovane moglie morta per suicidio, il marito rivive la sua storia. Giovane ragazza povera accetta dopo tante insistenze di sposarlo, ma ferita dalla sua gelosia si rinchiude nel silenzio.

I demoni
0 0
Videoregistrazioni: DVD

I demoni / con Luigi Vannucchi, Glauco Mari e Lilla Brignone ; regia di Sandro Bolchi ; dal romanzo di Fëdor Dostoevskij

[Roma] : RAI Eri, 2011

I migliori anni della nostra TV

Abstract: Cosa succede se i demoni che ci portiamo dentro prendono il sopravvento? Se l'odio, l'amore, le passioni, il dolore e la rabbia di cui siamo fatti si sciolgono dai normali vincoli del vivere civile e si muovono autonomamente da noi, persino contro di noi? I demoni liberati sbriciolano convinzioni e fedi, ordine e convenzioni. Sullo sfondo di una società sull'orlo del collasso si muovono Trofimovic, sedicente rivoluzionario, il contadino Satov e sua sorella Darja, l'aristocratica e autoritaria Varvara Petrovna e suo figlio Nicolaj. In lui, piú di tutti, agiscono i demoni...

Umiliati e offesi
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Umiliati e offesi / Enrico Maria Salerno, Vira Salenti e Anna Maria Guarnieri ; regia di Vittorio Cottafavi ; dal romanzo di Fëdor Dostoevskij

[Roma] : RAI Trade, 2010

I migliori anni della nostra TV

Abstract: Il giovane scrittore Vania è innamorato di Natascia, la bella figlia di Ikmenev, l'uomo da cui è stato adottato. Ma il sentimento è ostacolato da Alioscia, il rampollo del principe Valkovsky, che incanta la ragazza fino al punto di convincerla a scappare di casa, per poi abbandonarla a vantaggio della ricca e sofisticata Katia. Il caso vuole che arrivi Nelly, un'orfana che scoprirà di essere la figlia naturale del perfido Valkovsky, grazie alla quale Vania e Natascia ritroveranno se stessi e il loro amore.

I fratelli Karamazov [DVD] : puntate 1-4 / tratto dal romanzo di Fedor Dostoevskij ; personaggi e interpreti Lea Massari, Corrado Pani, Umberto Orsini... [et al.] ; regia di Sandro Bolchi
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Bolchi, Sandro

I fratelli Karamazov [DVD] : puntate 1-4 / tratto dal romanzo di Fedor Dostoevskij ; personaggi e interpreti Lea Massari, Corrado Pani, Umberto Orsini... [et al.] ; regia di Sandro Bolchi

[Roma] : Rai Trade ; La Repubblica-L'Espresso, 2009

La grande letteratura sceneggiata ; 10

I fratelli Karamazov [DVD] : puntate 5-7 / tratto dal romanzo di Fedor Dostoevskij ; personaggi e interpreti Lea Massari, Corrado Pani, Umberto Orsini... [et al.] ; regia di Sandro Bolchi
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Bolchi, Sandro

I fratelli Karamazov [DVD] : puntate 5-7 / tratto dal romanzo di Fedor Dostoevskij ; personaggi e interpreti Lea Massari, Corrado Pani, Umberto Orsini... [et al.] ; regia di Sandro Bolchi

[Roma] : Rai Trade ; La Repubblica-L'Espresso, 2009

La grande letteratura sceneggiata ; 11

Le notti bianche - L'eterno marito
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dostoevskij, Fëdor - Garzonio, Stefano - Garzonio, Caterina - Capponi Glouchtchenko, Anna Maria

Le notti bianche - L'eterno marito

Giunti Demetra, 17/07/2017

Abstract: Sono i maggiori critici militanti e studiosi italiani a raccontare ogni opera in 10 parole chiave: per penetrare fino al cuore dei capolavori di tutti i tempi. Edizioni integrali, testi greci e latini a fronte, traduzioni eleganti, essenziali note a piè di pagina. In più, con le tavole sinottiche, è facile collocare vita e opere degli autori nel contesto storico, letterario e artistico. "Il sognatore (mečtatel', in russo, dal verbo mečtat', che indica il fantasticare, la rêverie) è un tipo letterario: "io sono un tipo", si definisce l'eroe stesso delle Notti bianche; e poco dopo aggiunge: "uno originale, un uomo molto buffo"... Nell'Eterno marito (1870) lo psicologismo di Dostoevskij si fonde al suo metodo del "realismo fantastico". Come nelle Notti bianche, l'ambientazione porta i tratti della messa in scena teatrale. Non a caso le linee dell'intreccio... ripropongono e riflettono, nel rapporto conflittuale tra il marito ingannato e l'amante della moglie, situazioni, personaggi, sentimenti, emozioni riconducibili a numerose fonti e modelli del teatro europeo.". (Stefano Garzonio)