Community » Forum » Recensioni

Piccole donne / Louisa May Alcott ; illustrazioni di James's Prunier
5 1
Alcott, Louisa May

Piccole donne / Louisa May Alcott ; illustrazioni di James's Prunier

Casale Monferrato : Piemme junior, 2001

Abstract: Il volume riporta il famosissimo romanzo della scrittrice americana in una nuova edizione. Si tratta di uno strumento unico: il testo integrale, le illustrazioni, i documenti originali, corredati da didadscalie, restituiscono a Piccole donne il valore di un grande libro.

22 Visite, 1 Messaggi
Utente 26700
20 posts

Negli Stati Uniti d’America è in corso la Guerra di Secessione. La signora March, il cui marito è partito volontario per il fronte, trascorre in casa il giorno di Natale insieme alle sue quattro figlie: Meg, Jo, Beth e Amy, di età compresa tra i sedici e i dodici anni. La famiglia, che viveva un tempo in condizioni agiate, si trova ora a vivere poveramente. Meg e Jo, oltre ad aiutare la mamma nei lavori domestici, aiutano con un impegno assunto stabilmente fuori casa: la prima come badante della zia March, la seconda come baby sitter di una famiglia di agiata condizione sociale. Beh e Amy studiano (solo la prima andando in una scuola), ma anch’esse sanno farsi carico, per quanto lo consente la loro giovanissima età, dei problemi familiari. I primi capitoli tratteggiano con vivacità le caratteristiche e il temperamento di ciascuna delle quattro sorelle e della madre, che sanno vivere in unità ed in armonia, sebbene emergano a volte dei contrasti e degli screzi. Mamma March è però sempre dolce ed abile con le sue figlie: le rimprovera quando sbagliano, ma sempre incoraggiandole, e sa educarle ad una vita serena, fondata su valori che reggono l’urto del tempo, richiamandole ad avere fiducia nel Padre che tutti abbiamo in Cielo.
Il piccolo mondo di casa March, dove vive anche la domestica Hnnah, si popola poi di altri personaggi: il vicino di casa Laurie, coetaneo di Meg, che vive con il nonno e il giovane precettore John Brooke; la zia March, che rivela sempre più il suo carattere dispotico e i suoi ideali per nulla in sintonia con quelli delle nipoti; le frivole amiche di Meg e Jo, tutte dedite ad organizzare feste e vacanze e ad apparir belle in abiti eleganti. La vicenda si svolge nell’arco di un anno, segnato anzitutto dal ritmo della vita quotidiana, costituito non solo dal lavoro e dal riposo, ma anche dallo studio, da concitati dialoghi, da appassionanti letture, da spettacoli avvincenti, allestiti in casa dalle ragazze per pochissimi spettatori. Irrompono però non di rado eventi drammatici, come un aspro litigio fra Jo ed Amy, (che, poco dopo, cade nell’acqua gelida di un laghetto, al frangersi del ghiaccio in superficie), le notizie relative al padre lontano che si è ammalato gravemente, la scarlattina contratta da Beth. Ogni prova è tuttavia affrontata con coraggio dalla famiglia, che si mostra sempre salda e unita nelle robuste radici poste non solo dalla mamma, ma anche dal padre, lontano da casa ma ben presente con l’esempio che ha dato e attraverso le lettere inviate di tanto in tanto.
Il Natale dell’anno seguente, ultimo giorno della vicenda narrata nel libro, riserva non poche sorprese: tutte belle (specialmente in riferimento a papà Match e a Beth), alcune tali da suscitare, con la gioia, anche tanta trepidazione (in Meg e John e nella “spiazzata” Jo).
(Gregorio Curto_24-02-2020)

  • «
  • 1
  • »

760 Messaggi in 744 Discussioni di 86 utenti

Attualmente online: Ci sono 6 utenti online