Community » Forum » Recensioni

Bucaneve
5 2
Da Costa, Mélissa

Bucaneve

Milano : Rizzoli, 2023

Abstract: Ambre ha vent’anni e la vita davanti a sé, ma non la vede. Da un anno è l’amante ragazzina di un quarantenne, Philippe, professionista affermato, padre di famiglia. Vive nell’appartamento che lui le ha messo a disposizione, ma è un amore asfissiato che si nutre di scampoli di tempo. Quando Ambre, sopraffatta dal vuoto, tenta di farla finita, Philippe è già distante da quell’amore nuovo e salva il proprio imbarazzo offrendole una via di fuga: le trova una sistemazione ad Arvieux, un paesino delle Alte Alpi francesi, come cameriera stagionale in un albergo. In questa valle azzurra, dove la montagna si presenta allo stato puro e le vetrine dei bar sono appannate dai fumi della cioccolata, Ambre scopre un micromondo di sogni, fragilità, entusiasmi, delusioni. Le persone che incontra hanno, come lei, dolori che pesano e solitudini schierate come scudi. Persone come Tim, l’aiuto cuoco, ventiduenne gay rifiutato dalla sua famiglia; come Rosalie, madre single di una bambina di quattro mesi, che soffre di fobia dell’abbandono. Come Wilson, che preferisce il rumore del vento tra i pini alla compagnia degli uomini. Giorno dopo giorno, tra un turno in sala e una ciaspolata nei boschi di larici, tra incomprensioni e risate leggere, Ambre mette piede nei loro silenzi ed esce dal suo. Come accade quando, sulla superficie di neve invernale, protettiva e muta, riaffiora la vita nei petali di un bucaneve. Racconto delicato e sincero sull’amicizia, sulle seconde possibilità, sulle intermittenze del cuore, immerso in un paesaggio potente e benefico, Bucaneve è, soprattutto, un inno al coraggio di ricominciare.

48 Visite, 2 Messaggi
Utente 45507
5 posts

L'ho trovato molto noioso, per lettori adolescenti

Utente 10766
19 posts

Io non credo tanto alla dicitura gay. Questo è quello che ho scritto sulla mia tesi di Bologna che è l' unica che ho scritto. Le altre due tesi ho pescato nella collezione di Brianza bIBLIOTECHE PERCHè IL PANORAMA EDITORIALE è PIù RICCO DI AUTORI DI LIBRI CHE DI LETTORI. sEMBRA PARADOSSALE MA è COSì. Tutto questo è scritto sulla mia pagina my discovery.
Tutti vorremmo scrivere un libro ma se poi nessuno lo legge che senso ha ???

  • «
  • 1
  • »

1243 Messaggi in 1204 Discussioni di 172 utenti

Attualmente online: Ci sono 43 utenti online