Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Elkann, Alain

Trovati 24 documenti.

Mostra parametri
Piazza Carignano
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Piazza Carignano

Bompiani, 11/07/2018

Abstract: Un libro affascinante, inquietante, che scava nell'animo e nei sentimenti dei personaggi. Due storie d'amore che si alimentano una dell'altra. I personaggi: Alberto Claudio, un intellettuale disimpegnato e indifferente, tornato a Torino per assistere, come in un film, alla morte della madre; Thusis, una ragazza appena intravista in una cabina telefonica (un'ideale interprete del suo prossimo romanzo o un grande amore?); un vecchio zio, il barone Tullio Treves, ebreo, omosessuale e fascista scomparso nel buio della guerra civile; Céleste, nazista e perversa, la sua ultima travolgente passione in una Torino sotto i bombardamenti del 1943. La scena: una soffitta di Piazza Carignano, insolito luogo scelto dai due giovani protagonisti per il loro sfuggente amore, che diventa palcoscenico per far rivivere i fantasmi di Tullio e Céleste. Ne nasce un mirabile gioco di scatole cinesi in cui presente e passato si incontrano, si fondono, si confondono.

Vita di Moravia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Moravia, Alberto - Elkann, Alain

Vita di Moravia

Bompiani, 11/07/2018

Abstract: Vita di Moravia è una autobiografia in forma di intervista: lo scrittore, sollecitato dell'incalzare delle domande di Alain Elkann, lentamente dipana il filo della memoria e rievoca la propria vicenda di letterato, di narratore, sempre attento alla realtà che lo circonda. Dagli anni dieci alla fine degli anni ottanta – attraverso la rievocazione dell'infanzia e dell'adolescenza difficile, delle prime prove narrative e dei sempre crescenti successi – si delinea la storia di uno scrittore che diviene protagonista della scena letteraria internazionale e testimone tra i più lucidi del nostro tempo. E l'interlocutore non è soltanto un amico, un complice. Alain Elkann, entrando nel meccanismo del gioco letterario, costringe Moravia ad arrendersi alla narrazione.

Il fascista
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Il fascista

Bompiani, 29/09/2016

Abstract: Pierre, giornalista disincantato, ha appena perso il suo migliore amico, Sandro, travolto dagli eccessi di una vita straordinaria, vissuta senza freni. Dolore e senso di colpa per questo addio forzato lo accompagnano in ogni momento. Una notizia appresa per caso risveglia la sua curiosità per la storia di Italo Veneziani, fascista eccentrico e appartato che amava la musicae le donne e si era rifugiato in una villa al confine tra Italia e Francia prima di finire uccisodai tedeschi. Era una spia? Sosteneva i partigiani? Il desiderio di saperne di più e il legame di Italo con la famiglia di Pierre inducono quest'ultimo a scavare nel passato, fare domande, connettere dettagli: ne scaturisce il ritratto di un uomo coerente e segreto, allegro e avventuroso,ma estraneo al suo tempo. Nel ricomporre l'esistenza di Italo Veneziani, tra isole grechee grandi città, incontri, amori che si trasformano e nuove passioni, Pierre dovrà ingaggiare confronti difficili con persone a lui molto vicine, districarsi tra i silenzi di Marie, la ritrosia di Alice e i tormenti di Vera, in un triangolo femminile impenetrabile e complicato, e infine tornarea misurarsi con l'assenza di Sandro. Scoprirà che in fondo situazioni e sentimenti in apparenza incompatibili sono legati da quel filo rossoche è la vita.

Camminare insieme
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain - Toaff, Elio

Camminare insieme

Bompiani, 02/04/2015

Abstract: "Il Rabbino Toaff, il Cardinal Martini e il Principe El Hassan bin Talal hanno dedicato le loro vite alla ricerca del bene, dell'amore e della pace, e anche se sono nati e cresciuti all'interno di religioni diverse non hanno mai cercato di imporre il loro credo. Toaff, Martini e El Hassan bin Talal hanno parlato delle loro diverse religioni in modo chiaro, semplice, autorevole, ma senza rivendicare una supremazia dell'una rispetto alle altre. Nelle loro parole traspare la luce della speranza, una visione positiva della vita umana in cui non c'è spazio per l'odio, la rivincita, la sopraffazione."Alain ElkannDall'Introduzione alla nuova edizione

Racconti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Racconti

Bompiani, 01/10/2014

Abstract: La scrittura di Alain Elkann cattura un universo di personaggi e sentimenti che, storia dopo storia, dà vita a un mondo variegato e profondo, imprevedibile e misterioso, un viaggio di cui si conosce solo l'inizio. Questi racconti, scritti nell'arco di quarant'anni e ora raccolti per la prima volta, alternano come in un intarsio la rapidità dello scatto fotografico e il respiro del romanzo breve. Il filo rosso che li unisce è il mistero della vita, il paradosso e l'incertezza che la governano, e la ricerca continua dell'amore che muove adulti e bambini nelle loro passioni e nei loro diversi destini. Una lunga odissea di personaggi che vivono i loro sogni, le loro paure e illusioni attraverso cammini diversi, che rivelano il fascino irresistibile della vita raccontata come una favola senza fine.

MoMo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

MoMo

Bompiani, 02/12/2013

Abstract: Due amici: Alberto (Moravia), un ex bambino prodigio che fin da giovane ha dato un contributo fondamentale alla storia della letteratura europea pubblicando il romanzo Gli indifferenti, e il giovane narratore A. Insieme hanno scritto un libro a quattro mani in cui A. interroga Alberto sulla sua vita. Dopo questa esperienza le interviste sono diventate per A. un modo di vivere e di avere rapporti umani parallelo al suo lavoro di scrittore. Dopo l'inattesa scomparsa di Alberto, vissuta come un tradimento, A. incontrerà per caso Indro (Montanelli), maestro incontrastato del giornalismo, che si pone per lui come un nuovo punto di riferimento assoluto. Sul confronto tra questi due grandi personaggi si gioca il destino psicologico e morale di A. Egli vede in queste due figure, da lui interiorizzate, quasi dei genitori-maestri, il distacco dai quali sarà molto doloroso. In poche, intense ed essenziali pagine, la storia di un'intera vita, una autobiografia accorata e tuttavia leggera, come la penna inimitabile di Alain Elkann.

La voce di Pistoletto
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pistoletto, Michelangelo - Elkann, Alain

La voce di Pistoletto

Bompiani, 15/05/2013

Abstract: Michelangelo Pistoletto, uno dei punti di riferimento dell'arte contemporanea, si racconta per la prima volta in questo libro. Sollecitato dallo sguardo e dalla voce di Alain Elkann, rievoca la sua storia più intima: l'infanzia, la vita in famiglia, gli affetti, mostrando come i luoghi del suo vivere (Torino e Biella, Sansicario e Corniglia) siano indissolubilmente intrecciati a quelli del suo lavoro d'artista, cominciato a quattordici anni con il restauro di quadri antichi nella bottega paterna.È la storia di un successo crescente, scandito dall'incontro con galleristi, critici, collezionisti e curatori di grande fama, ma soprattutto dal confronto e dalla continua interrogazione dei maestri riconosciuti: Francis Bacon, Jean Fautrier, Lucio Fontana, Alberto Burri, Robert Rauschenberg, Alberto Giacometti, Balthus. Dagli anni cinquanta ai giorni nostri, da New York a Parigi, e a Vienna, dove centrale è l'insegnamento all'Accademia di Belle Arti, si delinea un lungo e affascinante itinerario. Dai primi autoritratti fra l'astratto e il materico ai Quadri specchianti, vero nucleo fondante della poetica di Pistoletto, dagli Oggetti in meno, precorritori dell'arte povera, alle azioni del gruppo Lo Zoo, prime manifestazioni della Creative Collaboration, fino al Terzo Paradiso e alla Cittadellarte, che fonda un sistema aperto delle conoscenze per realizzare l'idea di un'umanità responsabile, ecco un unico fil rouge che pone l'arte come fonte di "energia mentale e visiva", ossia come spirito, e insieme come forma di dialogo e partecipazione: uno strumento primario per vedere il mondo e agire in esso, in una continua dialettica fra logica individuale e sociale.Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Hotel Locarno
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Hotel Locarno

Bompiani, 15/02/2012

Abstract: Un romanzo ambizioso e personale, un'intensa storia d'amore e un punto di vista originale su cosa siano la scrittura e la felicità. Convinto di aver perso la libertà e l'ispirazione, un autore riflette con il suo analista sul romanzo che vorrebbe scrivere. Il protagonista del romanzo è Michael Dufay, un celebre critico d'arte, infelice perché consapevole di non aver mai trovato la donna perfetta, da lui sempre rincorsa. Negli anni, ha lasciato scivolare la bellissima Gabriela, avventuriera argentina erotica e affascinante, e la moglie Daisy, dolce ma irrisolta nella sua ricerca del successo. Michael però non si arrende, ossessionato dal desiderio di un'ultima possibile felicità. E se la felicità fosse Gloria, una donna inglese che il destino gli invia come un messaggio in una bottiglia, sotto forma di un annuncio sulle pagine del Financial Times? L'annuncio suscita in Michael un sentimento dimenticato da tempo, ma lui sa di non avere più il coraggio di sbagliare. Svicola quindi, fuggendo verso Napoli, che si scoprirà risolutrice di un equivoco. Lì un colpo di teatro verrà a sparigliare le carte... Infine, l'autore del romanzo ritrova l'ispirazione, la storia è conclusa e l'analista comprende che il suo paziente lo ha aiutato, in un ribaltamento di ruoli, a mettere a fuoco i segreti della sua vita.

Rotocalco
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Rotocalco

Bompiani, 05/03/2012

Abstract: Parafrasando Lermontov, potremmo definire Damiano, protagonista di Rotocalco, un eroe del nostro tempo. Eroe nel bene e nel male, con una vita tutta in salita, nonostante l'apparenza di certi privilegi di nascita: una lunga sequenza di illusioni e delusioni si alternano e si susseguono, incalzanti, come fotogrammi di un film. Ma anche vita in celluloide si potrebbe definire quella del nostro eroe, e non solo per il continuo confrontarsi con le immagini di divi e grandi personaggi, che occhieggiano dalle copertine dei rotocalchi, inducendoci alla convinzione che il mondo in cui viviamo sia il migliore. Per Damiano il rotocalco non è soltanto lo specchio dei sogni: è il riflesso della sua stessa esistenza, che scorre in immagini colorate e stereotipate, in cui anche i sussulti e le passioni non si accendono mai delle tinte del dramma. Gli incontri, le amicizie, le esperienze di lavoro, i luoghi (Torino, Parigi, New York), la famiglia, i figli, le infatuazioni amorose, i sentimenti e persino il successo, raggiunto in veste di presentatore televisivo, arrivano quasi come conseguenze inevitabili, scivolando nella sua coscienza senza chiarire ansie e insicurezze. Sarà infine proprio il successo "da rotocalco" che consentirà a Damiano di guardare l'altra faccia della medaglia e spazzare via la lunga adolescenza dei sogni per prendere consapevolezza dei valori autentici della vita. Romanzo denso di fatti, specchio di una letteratura attuale senza fronzoli e tentazione di stile, si esprime in una scrittura immediata e ambigua.

Una lunga estate
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Una lunga estate

Bompiani, 05/04/2012

Abstract: È Nina – una donna sensuale, misteriosa, talvolta tenera come un'adolescente – a muovere i fili del coinvolgente romanzo di Alain Elkann. È lei il centro dal quale si irradia questa brillante trama sentimentale fatta di relazioni clandestine, amici, vacanze, mare, mondanità, paesaggi reali e simbolici.Un uomo, Leopoldo, la desidera, la possiede e la perde, mentre un altro, Taddeo, già padrone dei suoi sentimenti, non può dedicarle tutto il suo tempo perchè è prigioniero di una famiglia.Così lei scompare, facendosi inseguire, soffrendo, innamorandosi ancora. Ed è un insinuante, travolgente susseguirsi di fughe, seduzioni, addii e ritrovamenti quello che lo scrittore costruisce, confermando la propria abilità nella tessitura di trame sottili e inesorabili. E la capacità, come mai prima d'ora, di attraversare, e raccontare, una passione amorosa. In questa lunga estate, si viaggia fra la Grecia, la Corsica, il Marocco, luoghi lontani dalla routine cittadina, dalle ambizioni, dalle sabbie mobili del vivere. Ma, soprattutto, si va a toccare con mano l'intensità, la complessità, il sogno di un amore. Di molti amori.Tutti incandescenti, intensi, assoluti, imprevedibili.Tutti impossibili?

Il padre francese
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Il padre francese

Bompiani, 05/04/2012

Abstract: Due uomini sono sepolti vicini nel cimitero di Montparnasse: uno è stato un banchiere e il Presidente della comunità ebraica di Parigi, l'altro è stato un artista. Il primo era severo, intransigente, affascinante; l'altro era esuberante, dissipatore, bohémien. Sono, rispettivamente, il padre del narratore e Roland Topor, pittore, scultore e scrittore. Due uomini agli antipodi per scelte di vita, caratteri, ambizioni. Ora la morte li costringe a parlarsi come mai sarebbe stato possibile in vita. È questa l'originale finzione che consente a Elkann di raccontare il proprio padre, i suoi rigori, i moralismi, il disprezzo per tutto ciò che non è convenzione e intraprendenza di gran borghese. Ma anche di allestire un sottile confronto con un uomo apparentemente diversissimo, un artista. Topor è un personaggio che lo incuriosisce. Per questo cerca chi l'ha conosciuto, parla con gli editori che l'hanno pubblicato, con le donne che l'hanno amato, con Nicolas, il figlio che sta calcando le orme paterne, anche lui pittore, ma più mite, forse ancora alla ricerca di uno spazio che la gioiosa esuberanza del genitore non abbia riempito. E mentre il narratore insegue ricordi, fantasmi e realtà, i due uomini – distesi nelle loro tombe ma chiacchierando come se fossero in un bistrot – si raccontano. E finiscono per confessarsi differenze e idiosincrasie ma anche, insospettabilmente, alcune affinità.

Il tuffo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Il tuffo

Bompiani, 05/04/2012

Abstract: Dominato dalla figura di un personaggio, Sergio, che si può definire compositore e no, italiano e no, marito e no, che si sente perverso e attraente e passa facilmente dall'orgoglio alla insicurezza, dall'euforia al panico, il romanzo si snoda attorno a un tema - precipitare dentro, la temerarietà o l'insidia - che ricorda come le circostanze sono poca cosa, mentre il carattere è tutto. Ambientato in spazi cosmopoliti, tra New York e Venezia e altre città europee, volti e geografia si intrecciano in un gioco di estrema suggestione, in cui emerge tutta la maestria narrativa di Alain Elkann.

John Star
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

John Star

Bompiani, 05/04/2012

Abstract: Chi non ha mai provato il desiderio di cambiare vita, sparire, eclissarsi da chiunque, perfino da se stesso? Sulla soglia della maturità, deluso da un'esistenza che gli sembra inutile, il protagonista di questo romanzo abbandona tutto: la città nella quale ha vissuto, i figli, la professione, persino il proprio volto. Prima destinazione il Brasile, dove in una clinica compiacente lo trasformeranno in un altro: John Star è infatti la sua nuova identità, vissuta in una New York fatta di pochi isolati, labirinto in cui si rincorrono coffee shop, solitudini e fantasie di evasioni impossibili. E lì che John Star ricomincia a vivere e dove, quasi a disprezzo del proprio passato, si mette a fare il taxista, come Robert De Niro in Taxi Driver, dove va a ballare stancamente, come John Travolta in Pulp Fiction, dove incontra molte donne che gli scivolano tutte tra le dita, per distrazione o indifferenza. Ed è in quelle notti passate a guardare le televendite, nei giorni trascorsi a girare a vuoto che, quasi per caso, scrive un romanzo. Di successo. La storia potrebbe ricominciare dal punto di partenza. Ma non è quello che vuole John Star. Così, il lettore riprende a fuggire con lui, tra colpi di scena, capitali del mondo e monasteri remoti. Alla ricerca di un centro perduto.

Boulevard de Sébastopol e altri racconti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Boulevard de Sébastopol e altri racconti

Bompiani, 02/05/2012

Abstract: Boulevard de Sébastopol riunisce per la prima volta due precedenti raccolte di racconti, Le due babe (1986), Vendita all'asta (1993) e l'inedito Bar Jole (2000). Sono storie verosimili; ma il racconto di Elkann fissa il divertimento e l'assurdo che tutte le persone rivelano, a chi le sa guardare con tenerezza e senso del comico. L'umorismo però non è assoluto.Gli oggetti differenti – il pallone di un bambino e una Opel bianca –, le tante città care allo scrittore, New York, Parigi, Londra, Gerusalemme, i luoghi più diversi – le sale d'aeroporto, Saint-Patrick durante un funerale mondano, un supermercato, la campagna nel Sussex o un bar Sport a Roma – costruiscono il circo ininterrotto di un universo di casi fuggevoli, di brevi sorprese, di persone distratte o in fuga; o in fuga è piuttosto il tempo.

Spicchi di un'arancia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Spicchi di un'arancia

Bompiani, 09/05/2012

Abstract: Una notte, a Évian, fui svegliato da mio padre, e con mia sorella scendemmo nel parco in pigiama e vestaglia."Cosa succede?" chiesi."C'è un incendio," rispose mio padre."Sta bruciando l'albergo. Il nonno è chiuso a chiave nella sua stanza e dorme. La nonna è al casinò. Bambini, aspettate qui."Ci lasciò con la governante sul prato, dove c'erano altri clienti, altri bambini, tutti intenti a guardare le fiamme che salivano dal torrione centrale.A un tratto si sentì un tonfo terribile: l'ascensore era precipitato.da Berthe

I soldi devono restare in famiglia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

I soldi devono restare in famiglia

Bompiani, 02/05/2012

Abstract: Nuova edizione 2018 del romanzo pubblicato nel 1996. Destini incrociati e dissonanti si inseguono in queste pagine insieme alle schegge del tempo, ai paesaggi di tante città del mondo, agli amori, non da ultimo quelli proibiti. Olli Ottolenghi, una matriarca di autentica tradizione ebraica, dopo una vita trascorsa dividendosi con equilibrio e discrezione fra il marito, i figli e l'amante, è morta lasciando insieme alle sue ultime volontà un testamento che, concepito come un perfetto meccanismo a orologeria, obbliga una famiglia di ebrei a ricongiungersi in una Torino invernale. Sono state le leggi razziali del 1938 a disseminarli per il mondo (New York, Israele, Parigi). Ora, se vuole entrare in possesso dell'eredità, la famiglia Ottolenghi deve ricomporsi, riscoprire le proprie radici e accettare che sia il denaro a ricucire le ferite che le ha inferto la Storia. Ma quel denaro scotta e funziona da detonatore dei conflitti che serpeggiano sotterranei nel nucleo famigliare...

Essere laico
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Veronesi, Umberto - Elkann, Alain

Essere laico

Bompiani, 25/06/2012

Abstract: Sulla scia di Essere ebreo, Cambiare il cuore e Essere musulmano, arriva ora Essere laico, dialogo-intervista tra il professor Umberto Veronesi e Alain Elkann. Punto cruciale del libro, che utilizzando la cifra stilistica tipica di Elkann si dipana come una conversazione a due, è proprio la laicità dell'"uomo di scienza", fortemente sentita e trasmessa anche ai propri figli nonostante la religiosità materna che aveva accompagnato la sua infanzia. Parte del testo è dedicata anche all'impegno medico di Veronesi, che caratterizza più di qualsiasi altra cosa il suo percorso individuale, analizzato soprattutto dal punto di vista psicologico.

L'intervista 1989-2009
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

L'intervista 1989-2009

Bompiani, 30/03/2012

Abstract: Questo libro raccoglie un ventennio di ricordi, di happening, un pezzo di storia del nostro paese, restituito in un itinerario curioso e trasversale, da ripercorrere in tempo reale e anche sull'onda della memoria. Alain Elkann ci ha abituati, ormai da tempo, ai suoi eclettici e affascinanti appuntamenti con i più noti protagonisti del nostro tempo. Questa nuova edizione con le interviste più recenti aggiunge una galleria di ritratti sorprendenti, che in un unico e coinvolgente racconto ci parlano delle passioni, della carriera e degli amori di donne e uomini eccezionali. Premi Nobel per la letteratura come Mario Vargas Llosa e Toni Morrison, politici come Giulio Andreotti e Shimon Peres si alternano ai nomi più prestigiosi della moda internazionale – da Giorgio Armani a Valentino, da Miuccia Prada a Calvin Klein – a miti del cinema come Marcello Mastroianni, Sophia Loren e Brigitte Bardot e a registi come Paolo Sorrentino e Robert Wilson. Personalità della musica e dello spettacolo – da Luciano Pavarotti a Lucio Dalla a Roberto Bolle – si affiancano ad architetti di fama mondiale – da Renzo Piano a Zaha Hadid – e ad artisti come Maurizio Cattelan e Michelangelo Pistoletto – a maestri della fotografia come Helmut Newton e Richard Avedon, a grandi italiani come Alberto Moravia e Indro Montanelli. L'autore parla con loro delle loro vite, collezionando le migliori interviste dalla fine degli anni ottanta ai giorni nostri, e regala ai lettori un mondo di personaggi altrimenti irraggiungibili.

Diario verosimile
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Diario verosimile

Bompiani, 30/03/2012

Abstract: C'è un piccolo, insinuante dissidio che serpeggia tra le righe di questo libro: quello fra il movimento e la quiete, fra un centro perduto e un centro posseduto, quello fra l'essere sempre lì e l'essere sempre altrove. In Diario verosimile di Alain Elkann, narratore instancabile di storie e aneddoti di vita, questa tensione percorre quasi tutte le pagine, discreta ma inesorabile fino al punto di rivelare il lato più intimo e dolcemente malinconico dell'autore. Persone, incontri, viaggi, uomini, donne, figli, amici, paesaggi, vita mondana e vita interiore, libri, ambizioni, insicurezze, paure, lutti, ricordi e desiderio di vivere, e scrivere in pagine di un diario che è privato ma non troppo. Il lettore incontra, pagina dopo pagina, Pier Vittorio Tondelli e Alberto Moravia, Jay McInerney e Marcello Mastroianni, Milan Kundera e Simon Beckett, Truman Capote, Umberto Eco. Ma fra le luci e le ombre della mondanità culturale si apre lo squarcio di una camera d'ospedale e il ricordo di un cedimento del cuore; uno scricchiolio che si fa ferita quando a morire è il padre, uomo severo ed enigmatico, presidente di una comunità, quella ebraica, che ha nel proprio destino lo sradicamento. Lo stesso di Elkann che, rincorrendo frammenti di realtà, attraversa scenari e paesaggi, dal cimitero ebraico di Praga a un Coffee Shop di New York fino al limpido cielo di Roma, offrendoli ai suoi lettori in un viaggio senza fine.

Delitto a Capri
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elkann, Alain

Delitto a Capri

Bompiani, 03/04/2012

Abstract: Uno sceneggiatore a caccia di idee per il soggetto di un film, e la sua giovane amante Valentine, produttrice cinematografica indecisa tra vita intellettuale e vita mondana, sono i protagonisti di "Delitto a Capri". Valentine è un modello di cinica efficienza nel lavoro, ma porta in sé "qualcosa di malinconico e di irrisolto". Il rapporto di amore-odio che si instaura fra lei e il narratore è complicato, sullo sfondo di una Capri di fine estate, dal sopraggiungere di due coppie di amici e dalla morte di un ospite della pensione. Ma la morte del signor Newman sarà davvero un evento naturale?